Home Dialetto & tradizioni

DIZIONARIO URBINATE Home ProUrbino

INIZIO PAGINA

A  C  E  F   G  HI   L  M   N  O  P  Q  R  S  T  U  V  Z

M

 

ma   Particella afforzativa della preposizione 'a' .  Es. ma me, ma te, ma-lˇ,mai camp: a me, a te, a lui, ai campi. Usata anche in molti avverbi di luogo: ma lÓ, ma do': lÓ, dove.

macÓcca  Fanfarone.

macar˛n   Maccherone. Tagliatelle. Chi Ŕ stolto o sottile e alto.

macÓt  Ammaccato.

machÚ  Qui.

machŔ, macÓss, macÓt   Ammaccare.  Ammaccarsi.  Ammaccato.

machinŔtta  Dispositivo frenante dei carri a trazione animale, da: martinetto o martinello. V. meccanica e stanga..

machi˛n, macchi˛n   Macchione.  La parte pi¨ fitta della macchia.  Quel sta sempre t'el machion: quello agisce sempre di sotterfugio.

maclŔ, maclar   Macellaio.

mado  Dove, in quale posto.

mad˛n, mad˛nn  Le -  Madonne, arrabbiatura.  Mĺha fatt niĺ le madon.

madˇn  Mattone. Plur: i madˇn.  Gý a lett sa 'l madon: riscaldarsi con un mattone infuocato e avvolto in stracci.

mad˛sca  Variante di madonna. Usata come interiezione: Ŕnna madosca o maduschina. Avere le madosch: avere le madonne o essere irritati.  Oggi el profesor c'ha le mad˛sch.

maÚsa   Maggese.  Campo arato.

mÓfia, mÓffia   Stentata eleganza.  Ha mess sˇ 'n mafia

magg   * Maggio. L'acqua de magg Ŕ mej del Duca sa tutti i su' cariagg (Sassocorvaro ...)

maghŔlla  V. madosca

maghŔtt  Maghetto.  Stomaco di volatili.  Ventriglio, rigaglie.

magnagn˛cch  Persona facile da raggirare, credulona.

magnarŔlla  Mangiarella.

magnas˛nn  Persona dell'aspetto addormentato.

magnŔ  Mangiare.

magr˛n  Magrone.

mÓia, mÓja   Maglia.

mai˛l  Coccinelle.

maiˇl  Germoglio di una vite che Ŕ stata piantata  da circa un anno.

malagi˛, ma lÓ gi˛  Laggi¨.

malasˇ, ma lÓ sˇ   Lass¨..

mÓlba  Malva.

malcad¨t   Malcaduco. Epilessia.

malŔma lŔ  Li. In quel posto.

malepegg * Alla lettera: male peggiore. Disgrazia. Disgraziato. Se' un malepegg: sei come il peggiore dei mali.

malfýn  Melanconia.

malignýtt  Diventato maligno. Cronicizzato.

malýnd  Proprio lý (campagnolo).  Come: giulýnd.

malingit   * Meningite.

mamal˛cch,  mamal¨cch  Mammalucco.

man lievitatˇra   Mano propizia di chi dÓ buone carte al gioco, ecc.

mÓnca  Neanche. Manca per sogn: neanche per sogno, affatto. Lˇ manca: egli manca.

mÓnch, manca   Neanche.

mÓndla   Mandorla.

mandrÓgol  Grosso bastone. V. dragol.

mandulˇn  mandruglon   Persona di rilevante statura alla quale non corrisponde una pari energia fisica, cioŔ alta e goffa. V. sandron.

manell   * pres. Mazzo di spighe da riempire la presa di una mano legata con alcuni gambi delle stesse spighe. V. mieta

mÓnfre  Storie.  Seghe.   ╔ mei chĺ te sbrighi, invec da fŔ tutt sti manfre.

manfrugol   * Rotolini di materiale molle come quelli ottenuti fregando le mani impastate. Esfloliazione di strati superficiali di epidermide ...

maný  Ammannire.  Preparare.

manýta,  manýtta  Ammanita. Preparazione del pastone di cereali per nutrire i maiali. Mammella di animale turgida di latte.

maný   * Ammannire.

mÓnna  Oidio della vite. Ruggine del grano.

mannŔ, ammanÓt  Amannare. Ammuffire.  Fermentare. I fich mannati: i fichi ammannati.

mÓnnicch  * Manico. Sega (masturbazione). Fa poch mannicch: fa poche storie.

mantŔlla  Mantello.

mantýl   Mantile, Tvaja.

mantnŔ   Mantenere.

mantrumÓna   Menta romana.

maquÓ  Qua.

maquagiˇ, ma quagi˛  Quaggi¨.

maquasˇ, ma quas˛  Quass¨.

marangÓna  Persona equivoca. Strega.

maravija  Meraviglia.

martinýcchia   V. machinetta.

mÓrcia   Pus. Fradicia. Camminata.

mari˛la   Coccinella.

marmÓn  Vacca  maremmana.  Persona fisicamente molto robusta, rozza e redditizia sul lavoro. Che marmana ! = che donna bella e robusta ! V. vertiŔr.

marmott   * Marmotta. Le marmott: dolce di carnevale, pastella fritta in forma di soffici pizzette o polpettine spennellate con il rosolio, dette anche fregnacce (Urbania, Acqualagna, ...).

mÓrmre  Marmore.

mart¨ff   Chi Ŕ di carattere chiuso o sciocco e melanconico. Oggetto di strana forma.

mar¨gh,  mar¨ga   Acacia. Le marugh: sottobosco inestricabile.

mars  Marzo.  Fal˛. (Fare i ‑). Accendere fuochi durante la notte precedente una festa della Madonna.

mars˛cch, marz˛cch  Persona lenta e greve nei movimenti, persona che non prende mai iniziative. Spaventapasseri.  Chel ragass me piacria mo Ŕ un mars˛cch.  Marzocco (fiorentino): mars, Marte; -occo, statua.

masafr˛mbla, massafr˛mbla  Arma consitente di un masso e una fionda di corda.

masch  Maschio.

maschi˛l   Maschio dei cardini di porte e finestre che viene fissato agli stipiti.

mascˇn  Quercia sfrondata fino a lasciare quasi il solo fusto, cosý da ricavare continuamente legna da ardere dai nuovi getti vigorosi senza abbatterla. Testone e inflessibile, v. marzocch.

mÓscra   Maschera. Viso di persona sgradevole.

masŔ  Ammazzare.

mas˛cch   Ciocco. Bastone a forma di clava. Testone.

INIZIO PAGINA

A  C  E  F   G  HI   L  M   N  O  P  Q  R  S  T  U  V  Z

mass  Mazzo.

mÓssa  Mazza.  QuantitÓ, mucchio.  Cĺera Ĺna gran massa dĺ gent. Molto. Me piac 'na massa.

massabŔcch  Arnese di legno duro fornito di due manici e a forma di maglio la cui testa viene fatta ricadere sul selciato, appena messo in opera, allo scopo di pareggiarlo.

massagÓtt  Pugno molto forte tra capo e collo.

masticÓcc,  mastic˛tt   Masticaticcio.  Lavoro eseguito in modo confuso.

mastichŔ  Masticare. Fare qualcosa controvoglia o con difficoltÓ.  Quand m'ha da fe 'na facenda incmincia a mastichŔ.

mastl˛n..Mastellone per la bucata.

mastricŔ  Maneggiare in modo grossolano. V. smastricŔ.

mastriciˇn  Chi esegue lavori senza alcuna perizia.

mas¨cch  Mazza costruita in legno. Persona poco intelligente.

matarass  * matarÓss. Materasso. Persona grassa. Matarass de lana, de crin, de cannafoia

matŔria   Pus. Idea bislacca. Ramo da matto.  Me sa che quella cĺha le materie.

mat˛ff   Grosso involucro di filo aggrovigliato. Persona stolta.

mat˛ffol  Batuffolo di grosse dimensioni.

mÓttra   Madia.

mdÓia, m'dÓia   Medaglia.

mecÓnnica  V. machinetta.

medýcch  Medico.

mej   Meglio.

melÓvre   Melauro. Alloro.

mel˛tt   Aratro adatto per lavorare terreni di natura particolarmente dura. Si usa mediante traino animale.

MŔngh  Domenico.  MŔnga (femm.). Menghin (dim.)

menpegg   * Alla lettera: meno peggio. Migliore dei peggiori.

merd˛n  Sbruffone. Millantatore.

merlýn  Vanitoso, individuo esibizionista.

merl¨ss  Merluzzo.

met˙l  Stollo. Lungo tronco infisso nel terreno attorno al quale viene formato il pagliaio. Persona sottile, alta e sensa forme aggraziate.  E' rivat Bastian, Ŕ stat sempre ritt com un metul sensa fiatŔ.

mezaluna  Mezzaluna.  Paletto con in cima un legno a mezzaluna per pulire le botti.

miÓgg  Migliaccio (orig.: farina di miglio, sangue di maiale, ...).  Dolce a base di sangue di maiale cotto in ramina coperta di sfoglia di pasta e riscaldata lentamente con il fuoco sotto e sopra.

miÓra  Migliaia.

miarŔssa   Bisognerebbe.

miarýa   Bisognerebbe. miarÓ: bisognerÓ

miarýn  Migliarini.  Piccoli pallini per cartucce da caccia.

miarýna   Oggetto piccolo come un granello di miglio,  Pallini della misura pi¨ piccola per confezionare cartucce.  V. mulýcca.

micrÓnia  Emicrania. Micragna. Miseria.

miŔta   Mietere.  Meta (campagnolo). pres braciat covon roccia cavalett covata barca ???

miff  Gesto che consiste nello strofinare il naso della vittima prescelta con l'indice della mano.

mign  Minuto.  Di tenera etÓ.

min    * Dove.??? da min da vall.   da min da mont. da min du' vieni. V. danindu'.

nindo', mindu'

milÓnd  Millĺanni.  En me sa miland : Non vedo lĺora.

milpýa  Millepiedi (campagnolo).

mina  Mina.  Grande ubriacatura.  Quant Ŕ gitt ai spos ha fatt 'na mina.

minchi˛na  (Dare la ‑). Canzonare, prendere in giro.

mýndo'   * Dove. Da mindo' vieni: da dove vieni.

minŔlla   Recipiente cilindrico in doghe di legno della capacitÓ di cinquanta kilogrammi di grano, viene usato durante la trebbiatura per misurare la riscossa.

mýnga  Mica.

misc  Micio.

mistimbr˛i   Inganno elucubrato.

mlens *  Melenso (MelŔnso).  Che rivela scarsa intelligenza o ottusitÓ di mente oppure apatica indolenza. -etim- Incrocio di un tipo latino mellaceus `dolciastro' e una forma settentrionale *menso, equivalente al toscano mencio. (c)1990, Casa Editrice Felice Le Monnier S.p.A., Firenze

mlˇn  Melone. Testa grossa di persona.

mnŔ  Bastonare. Condurre animali al pascolo.

mnutÓja  Minutaglia.

modŔll  Tronco di un albero.

   Ma.

moccolo Bestemmia. Moccio. Spezzone di candela o candela fatta a mano. Reggia el moccol ma la fiola: tenere d'occhio la figlia

INIZIO PAGINA

A  C  E  F   G  HI   L  M   N  O  P  Q  R  S  T  U  V  Z

moi, moj, moji  Moglie. Plu: le moj

moiŔtt,  muiŔtt   Mollette: pinze a molle per il camino.

moi˛l  Pinze per il fuoco.

molŔ, mollŔ  Mollare. Bagnare. Notare come la contrazione della doppia nell'urb. dÓ ad un lemma due significati nettamente distinti nell'ital.: mollare e molare. V. armolŔ.

molt¨ra   Molitura, macinatura.  (Fare la ‑). Rigenerare i ferri dei cavalli mediante forgiatura e conseguente tempra.

m˛nica,  m˛nnica  Monaca. Recipiente di terracotta usato per scaldare il letto.

montÓl  Collinetta.

montalŔtt  Poggetto.  Salita corta e breve. Montel (camp.).

montrig¨ss  Mont ag¨ss.

mˇr  Moro, Gelso. Uomo dai capelli neri. M˛r = io muoio

m˛ra   Mora. Livido. Donna dai capelli neri. Le mora = frutti dei rovi e dei gelsi

m˛rda  Mordere.

morŔ, morÓt  Ammaccare. Ammaccato.  Morato: reso bruno.

morlŔtta  Nottolino.

m˛rs  Morso.  Boccopne.  Un mors de pan en c'Ŕ mai mancat.

mortŔ   Mortaio.

moscacŔca  Moscacieca.

moscýn   Moine. v. muscin.

movÚ  Muovere.

mo-vŔ  Vedi un poĺ !

mr˛ll , mbr˛ll  V. ambr˛ll.

m¨cchia  Mucchio. Grande quantitÓ. ĹNa Mucchia: tanta.

m¨cicch, m¨cich, m¨cicch  Moccico, moccio.

mucichin  * Frutti del tasso di colore rosa ciclamino. Era abitudine dei bambini succhiarne la parte mucillaginosa, sputando via il seme ricoperto di una patina pi¨ consistente di sapore amaro. Gim a magnŔ i mucichin ma i vial: andiamo a mangiare le bacche di tasso ai viali (passatempo dei bambini del monte)

mucicˇn  Moccicone.

mufýtt  Ammuffito.

muggiĺ  Muggire.

m¨gna   Mungere.

mugnˇn  Musone.  Individuo che sta sulle sue, ma attento a ci˛ che gli Ŕ dato di vedere o di sentire.

mulýcca  Piccola quantitÓ. Mollica del pane. Persona di piccola statura.  En saria manca brutta, mo Ŕ 'na mulicca !

mulinŔ  Mulinare.  Mugnaio. MulinÓr.

munÓcchia   Uccello gregario della specie delle taccole.  V. catramonacchia.

mundŔssa, mundýssia   Immondizie.

munŔll  Monello.

mungÓna   Mucca da latte. Dispregiativo rivolto a persone laide e grasse.

munýtt   Munito.

muntivŔ  Motivare. Ricordare qualcuno o qualcosa.

murÓia   Nasiera.  Dispositivo usato per guidare i bovini durante il lavoro: Ŕ costituito da una lunga corda terminante alle due estremitÓ con un ferro a forma di compasso che si inserisce nelle narici dei buoi.  Tirando la corda il ferro si stringeva sul setto nasale e tirava tutta la narice.

muscýn  Moscerino.

muscýna   Fruga.  (Fare la ‑). Mescolare, rovistare cercare qualcosa.

muscinŔ   Mescolare.

mustaci˛n   Mostaccione.

m¨stre  Mostro.

muta  Abito da uomo costituito da giacca e pantaloni.  Du' vŔ salla muta nova ?:  dove vai con il vestito nuovo?

 

INIZIO PAGINA

A  C  E  F   G  HI   L  M   N  O  P  Q  R  S  T  U  V  Z