H

HOMEPAGE

MARIA GRAZIA  MAIORINO

Insegnante Poetessa Scrittrice

Altri
scrittori

Biografia

Poesia

Romanzi & Racconti

Varie

 



( Foto di Rita Vitali Rosati)
 


 



(Foto di Elisabetta Masi)
 

 

 

BIOGRAFIA

 

Maria Grazia Maiorino, nata a Belluno da madre veneta e padre lucano, dopo aver trascorso parte dell'infanzia e dell'adolescenza al sud, è approdata ad Ancona, sua città di adozione e di formazione.

Si è laureata in Lettere a Urbino e ha insegnato nelle scuole medie fino al 1993; si è poi dedicata all'attività letteraria organizzando laboratori e rassegne di scrittura poetica e narrativa. Scrive poesie, racconti, saggi di critica letteraria; i suoi testi sono apparsi in riviste, antologie e collettanee.

Ha esordito con la raccolta di versi E ho trovato la rosa gialla, prefazione di Guido Garufi (Forum, 1994). Per la poesia ha pubblicato inoltre: la silloge Sentieri al confine, nell'antologia 7 poeti del premio Montale (Scheiwiller, 1997); Viaggio in Carso (Edizioni del Leone, 2000); Dare la mano a un albero, fotografia e haiku, in collaborazione con Giovanni Francescon e con una nota critica di Paolo Ruffilli (Rocciaviva,
2003); Di marmo e d'aria (Manni, 2005); I giardini del mare, con i disegni di Raimondo Rossi e la prefazione di Gastone Mosci (peQuod, 2011).

Nel 2006 è uscito per i tipi delle edizioni peQuod di Ancona il suo primo romanzo, intitolato L'Azzurro dei giorni scuri.

Con la suite Haiku per angeli è presente nel libro di scultura e poesia Angeli di Raimondo Rossi (2009).

Nel 2013 e nel 2015 ha pubblicato due raccolte di racconti, L'America dei fari e Angeli a Sarajevo, con la casa editrice Gwynplaine. Due antologie, pubblicate recentemente da Vydia editore e curate da Cristina Babino, la vedono inserita tra le voci femminili e poetiche che si sono distinte nelle Marche negli ultimi decenni: Femminile plurale - Le donne scrivono le Marche (2014) e S'agli occhi credi - Le Marche dell'arte nello sguardo dei poeti (2015). Nel 2016 ha pubblicato la raccolta di poesie La pietra salvata nella collana "Il lavoro editoriale" della Progetti Editoriali srl di Ancona. E, infine nel 2017 la plaquette L'angelo di Piero con disegni di Raimondo Rossi, ed. Prima del Vischio, R. Rossi, Urbania .  [Tratta da "la pietra salvata"]

 

Ideatrice del laboratorio di poesia “rosagialla”, ha organizzato molteplici iniziative culturali: i laboratori di haiku nella Biblioteca Comunale “Benincasa” di Ancona (2000); il convegno “Le sponde della poesia” con scrittori e intellettuali marchigiani e balcanici (2001); ha curato la scelta e la presentazione dei testi per la Rassegna “Le musiche della Biblioteca Benincasa, itinerarario poetico-musicale intorno al fondo Nappi”.(Ancona-Pesaro-Senigallia, 2002); il concerto “Musica, Haiku e immagini poetiche” per il Festival “Musica Nuova” di Senigallia (XII ed., 2003); il laboratorio di haiku “Albero blu” a Mareno di Piave – TV (2003); gli incontri di poesia e musica “Da donna a donna” con autrici marchigiane (Ancona-Jesi, 2004); il laboratorio di diaristica rivolto a familiari di malati di Alzheimer all'interno del progetto “La parola che cura” (2005-2006).
Ha collaborato con il Corso di Formazione sulle cure palliative SIMPA, curando un laboratorio di haiku a Varenna sul lago di Como.
Ha ottenuto numerosi riconoscimenti, tra cui il Premio Montale per l'inedito, ed. 1996, e il Marianna Florenzi (edizione 1999) per la Poesia d'Amore (Università di Perugia-Presidente Cesare Garboli), e il Prima Donna (CIF di Montecassiano, MC, ed. 2008). È cavaliere della poesia dell'Accademia della Crescia di Offagna.
E' presente in riviste (fra cui,«Argo», «Poesia», «Poiesis», «Nostro lunedì», «Scirocco», «Tracce», «Verso», «UT», rivista d’arte e fatti culturali), e in antologie ( fra cui “Le donne raccontano: guerra e vita quotidiana”, Ancona, Istituto Gramsci Marche, 1994; “La poesia delle Marche. Il '900”, Ancona, Il lavoro editoriale, 1997; “Haiku negli anni”, Roma, Empirìa, 2005) e miscellanee (fra cui gli atti dei convegni “Fuoco”, Ancona, Il lavoro editoriale, 1999; “Aria”, Porretta Terma, Battello Ebbro, 2001; “Le Marche, il paesaggio, la poesia”, Macerata, Bravi Edizioni, 2004; UTsessanta, Antologia 2007-2016, I quaderni di Ut,2; Umana, troppo umana - poesie per Marilyn Monroe, Aragno 2016).
(da Scheda a cura di Valerio Cuccaroni in http://www.girodivite.it/antenati/xx3sec/_maiorino_mg.htm  e da http://www.niewiem.org/maria.htm )

 

 

 

    http://www.larecherche.it/biografia.asp?Utente=nerina&Tabella=Biografie

  Biografia di Maria Grazia Maiorino
Maria Grazia Maiorino è nata a Belluno, vive e lavora ad Ancona, dove ha insegnato lettere nelle scuole medie, dedicandosi poi a tempo pieno all’attività letteraria. Scrive poesie, racconti, saggi critici; i suoi testi sono apparsi in riviste e antologie. Per la poesia ha pubblicato: E ho trovato la rosa gialla (Forum, 1994); Sentieri al confine, nell’Antologia 7 poeti del premio Montale (Scheiwiller, 1997); Viaggio in Carso, (Edizioni del Leone, 2000); la raccolta di haiku Dare la mano a un albero, con le fotografie di Giovanni Francescon (Rocciaviva, 2003); Di marmo e d’aria (Manni, 2005); I giardini del mare, con disegni di Raimondo Rossi e prefazione di Gastone Mosci (Pequod, 2011). Nel 2006 ha pubblicato il suo primo romanzo, L’Azzurro dei giorni scuri (Pequod), ristampato nella collana Italic Pequod nel 2012. L’America dei fari (Gwynplaine 2013) è la sua prima raccolta di racconti. Ha partecipato a numerose manifestazioni nelle quali la poesia si è intrecciata alla fotografia, alla pittura, alla scultura e soprattutto alla musica, arte alla quale dedica una particolare attenzione nella sua ricerca poetica.
 

BIOGRAFIA

Poesia

Romanzi & Racconti

Vari

H

HOMEPAGE

MARIA GRAZIA  MAIORINO

Insegnante Poetessa Scrittrice

Altri
scrittori