Presentata al X Concorso 2010
Pubblicata in agenda 2011
Altre Opere dell'Autore
 

LE D CIT

di Massimo Volponi  (Urbino)

  

N c'avemi d cit: una Urbin,

cl'atra, propri de front, San Bernardin:

la prima la casa di vivent,

la sconda la dimora dej assent.

Tra le d, una strada che scolina

e, serpegiand, pian pian le avicina.

De nott tutte e d c'hann le luc acese,

mo se una viv invan le su' atese,

quella tra i cipress, i vialett e 'l mur

en viv n 'l present n 'l futur:

resta mal, immobbil, sollenn e silensiosa,

com un spos ch'aspetta la su' sposa.

Nate e cresciuti insiem, moment per moment,

e en un cas se tutte e d en un monument,

ma la storia e ma se stess, sospes ma 'l sol,

immers tra i profum di crisantem e girasol.

E ce gim a salut i nostre cari

per chieda confort ma i nostre cor amari,

e i fior e le preghier che ma lor porgem

en in realt per n che ancora vivem.

Se un giorne Urbin morir

San Bernardin comunque vivr,

perch sapem che l'esistensa limitata

propri da cla mort che sempre l'ha evitata.

Una sola la diresion del camin

che cmincia fin da quand un burdlin:

dai toricin al mausoleo ducal,

per tutti, perch 'l destin rend ugual.

Anch'io ho scolinat, e vegg pi vicin

i profil e le luc de San Bernardin.

 

 

  Presentata al Concorso 2001 Altre Opere dell'Autore